Programma Affiliazione Amazon: cos’è e come funziona?

Il web propone oggi molti strumenti e canali per guadagnare una rendita mensile, sia essa piccola o grande, a seconda della nostra bravura e del nostro impegno. Il programma di affiliazione Amazon rappresenta senza ombra di dubbio una delle opportunità più facili da approcciare. Chi ha il desiderio di dedicarsi all’affiliate marketing, infatti, è bene che inizi proprio da questo programma, che può essere considerato alla stregua di una “palestra” per fare pratica. Certo, all’inizio le cifre saranno piccole, ma con il tempo e il lavoro è possibile raggiungere rendite passive mensili di centinaia di euro, se non migliaia.

Cos’è il programma di affiliazione Amazon?

Come qualsiasi altro programma di affiliazione, anche questo sistema ti dà la possibilità di guadagnare una piccola percentuale sui prodotti venduti (da Amazon), a patto che il traffico arrivi dal tuo sito o da un altro canale di tua proprietà. In pratica, il colosso e-commerce ti garantisce una commissione su ogni prodotto venduto tramite la sua piattaforma, al di là della categoria di appartenenza.

Come ci si iscrive al programma?

L’iscrizione è piuttosto semplice, dato che basta recarsi sulla pagina del programma e compilare tutti i campi richiesti con i propri dati. Considera però che, per poterlo fare, dovrai avere almeno un canale attivo da poter sottoporre all’analisi dello staff di Amazon. Il blog è il più classico di tutti, insieme alle app, e tu dovrai inserirne almeno uno. Dopo di ciò, a breve Amazon accetterà la tua richiesta preliminare, dandoti accesso al centro di affiliazione.

Tutto qui? Assolutamente no, perché in realtà sarai in prova. Vuol dire che Amazon controllerà il tuo sito soltanto dopo che avrai effettuato le prime vendite, e se non venderai almeno un prodotto entro i primi 180 giorni, il tuo account verrà chiuso. Tu comunque potrai aprirne un altro, e rifare di nuovo il tentativo. Infine, non sono consentite le vendite pubblicando direttamente i link di affiliazione sulle pagine social.

Come funziona l’affiliazione Amazon?

Il centro di affiliazione ti mette a disposizione diversi strumenti utili per gestire il tuo business, ma prima serve una premessa. Amazon, infatti, assegna le commissioni soltanto sulle vendite tracciate con il tuo ID utente (ad esempio: pippo-21). Di conseguenza, per guadagnare, dovrai indirizzare i tuoi utenti sull’e-commerce sfruttando dei link contenenti il tuo ID. Non devi preoccuparti, perché non devi crearli manualmente, e ora ti faremo un esempio concreto su come riuscirci.

Poniamo il caso che tu abbia scritto una recensione sul tuo blog, che parla di una lavatrice in vendita su Amazon. A quel punto non dovrai fare altro che andare sulla pagina del prodotto, e se sei loggato al tuo profilo, gettare l’occhio in alto a sinistra. Noterai la presenza della sezione “SiteStripe”, uno strumento pensato proprio per chi aderisce al programma affiliazione di Amazon.

Nello specifico, questo tool ti consente di creare in automatico un link al prodotto contenente il tuo ID affiliato (opzione “Testo”). In alternativa, potrai ottenere un codice per aggiungere un piccolo banner pubblicitario su quel prodotto (opzione “Testo + Immagine”). In realtà nessuno ti impedisce di utilizzare entrambe le soluzioni in contemporanea, e in effetti in tanti consigliano di farlo, per creare più Call to Action all’interno della tua recensione.

A quel punto tu non dovrai fare altro che aggiungere quei link al tuo articolo. Da quel momento, qualsiasi utente giungerà su Amazon dai tuoi link verrà tracciato come “di tua proprietà”, ma soltanto per quella sessione di acquisto. In sintesi, se l’utente compra la lavatrice o qualsiasi altro prodotto, tu otterrai la tua piccola commissione.

Differenze con altri programmi affiliate

Di solito i network e i programmi di affiliazione lavorano con i cookies, ovvero assegnano una tua “etichetta” all’utente, che dura per un certo numero di giorni (alle volte anche per un mese). Quindi se l’utente completa un acquisto entro quel lasso di tempo, ti viene regolarmente accreditata la commissione. È una regola che non vale per Amazon, visto che non lavora con i cookies ma – come detto – per sessione. L’unica eccezione si presenta quando l’utente aggiunge quel prodotto nel carrello, comprandolo entro 90 giorni.

Quanto si può guadagnare con Amazon?

Dipende dalla quantità di prodotti che riesci a vendere tramite i tuoi blog. Ci sono utenti che vivono di questo e che guadagnano migliaia di euro al mese, ma non si tratta di un risultato alla portata di tutti. Il motivo? Le percentuali delle commissioni sono piuttosto basse (dall’1,5% al 7-10% per determinate categorie merceologiche), quindi per poter ottenere cifre consistenti bisogna effettuare molte vendite ogni giorno. E per riuscirci, serve un blog con tanto traffico, sia esso organico o a pagamento.

Di contro, il programma di affiliazione Amazon ha anche i suoi vantaggi. Soprattutto derivanti dal fatto che gli utenti su questa piattaforma sono molto più stimolati all’acquisto, perché il marchio è famoso, e per via della conveniente politica dei resi.