Come fare un blog aziendale di successo

Se hai un’impresa o vuoi lanciare un business, soprattutto se online, devi prendere in seria considerazione l’apertura di un blog di tipo aziendale.
Aprire un blog però è solo il primo dei passi necessari per presentarti in rete.

Il blog stesso infatti deve essere ben strutturato e rispettare alcuni requisiti minimi perché sia davvero di successo. Come farlo, lo vedremo in questa guida.

Aprire un blog: le regole base da seguire

Se vuoi aprire un blog aziendale in maniera seria, devi progettarne l’identità prima ancora di crearlo fisicamente. Cosa vuoi comunicare con questo spazio? Quali prodotti vuoi mettere nella vetrina virtuale?

Quali testi comporranno la sezione del ‘chi sono’ e come intendi strutturare la newsletter in termini di contenuti e frequenza. Prima che ti cominci a girare la testa, sappi che questo processo di progettazione non deve essere necessariamente difficile, ma è importante per partire con il piede giusto.

Ecco qualche consiglio per avere le idee più chiare su come procedere:

  • confrontati con i migliori. Guarda i blog delle grandi aziende che operano nel tuo stesso settore. Se vendi, ad esempio, dei libri, puoi visitare il sito di grandi librerie per prendere spunto da loro su quali sono i contenuti più importanti da mostrare;
  • chiarisci esattamente la tua mission, aiutandoti anche scrivendola se può essere più facile. Ciò significa che dovresti, in poche righe, esporre il tuo obiettivo, chiarire chi sei e a chi ti rivolgi e cosa offri;
  • stabilisci la nicchia di riferimento: a proposito di nicchia di riferimento, dovresti avere bene in mente il tuo target. Vendi prodotti o offri consulenze alle donne? Dovresti strutturare il blog in funzione del tuo pubblico. Se ti rivolgi ai giovani, dovresti valutare l’idea di implementare servizi come app gratuite e video.

In questa prima fase dovresti schematizzare quello che intendi fare con questo blog. Passiamo adesso alla parte pratica, cioè alla costruzione fisica del blog.

Come si costruisce un blog

Il blog innanzitutto è uno spazio di incontro tra te e il tuo potenziale pubblico. Al di là delle ovvie differenze tra un blog e l’altro (una cosa è presentare il proprio studio legale, altra cosa è vendere libri online) la struttura è sempre la stessa.

Un insieme di pagine che comprende:

  • la home: questa è la sezione che viene visualizzata per prima dall’utente. È il tuo biglietto da visita. Immagina di aprire la porta di casa tua quando qualcuno ti cerca su Internet. Devi dare subito un’idea di professionalità ma anche accoglienza. In questa pagina dovresti mettere bene in chiaro di cosa tratta il blog, dovresti inserire un’immagine dell’header con il tuo logo (meglio se disegnato da un grafico), e dovresti inserire anche una site map per guidare l’utente alla scoperta del tuo spazio;
  • il chi sono e cosa faccio: presentati con una foto e del testo o meglio ancora con un video. Gli utenti apprezzano il fatto di poter vedere in faccia qualcuno;
  • il blog vero e proprio: qui inserirai articoli di aggiornamento;
  • il form per le iscrizioni; importantissimo per creare una mailing list;
  • il dicono di noi: inserisci qualunque recensione positiva ai tuoi servizi. Si tratta di una parte molto importante per la buona reputazione di un blog.

Strategie per far crescere il blog

Dopo aver visto come concepire un blog e quali sono le pagine principali che dovrebbe contenere, diamo qualche consiglio per farlo crescere nel tempo.

Ragiona sempre in ottica SEO, perché il punto chiave da ricordare è che se non appari in rete nessuno sa che esisti. Usa tutti gli strumenti di monitoraggio possibili, come Google Analytic o Search Console o ancora la ricerca delle principali parole chiave o dei trend del momento.

Ricorda sempre che utilizzi la rete, e dunque devi sfruttare i mezzi che la rete ti offre. Pubblica con costanza ed associa al tuo blog tutti i social media. Ora comincia la scalata.