Smalti semipermanenti: cosa sono e come si applicano

Chiunque abbia a cuore la propria manicure, e nello specifico l’applicazione di uno smalto sulle proprie unghie, avrà sentito parlare di smalti semipermanenti (come questi https://www.aleascosmetics.com/categoria-prodotto/unghie/smalti-semipermanenti/linea-non-stop-color/). Questi, seppur la finalità sia la medesima degli smalti tradizionali, hanno una composizione ed una metodologia di applicazione differente. Inoltre, già alla vista, sono facilmente distinguibili. Vediamone caratteristiche ed utilizzo.

Cosa sono gli smalti semipermanenti

Possiamo definire con smalto semipermanente un particolare tipo di smalto che, in primo luogo, necessita di specifiche lampade UV o LED per permetterne la corretta asciugatura sull’unghia. Queste lampade sono spesso inserite in specifici fornelletti, facilmente reperibili anche online. Questa caratteristica peculiare che lo distingue già da un normale smalto, rende lo smalto semipermanente molto più resistente del suo omologo tradizionale. Giusto per dare un’idea, se paragoniamo uno smalto comune con uno smalto semipermanente autolivellante, la durata di quest’ultimo può essere maggiore anche di una settimana.
Da un punto di vista della composizione, balza subito all’occhio che lo smalto semipermanente ha una consistenza densa e gelatinosa, simile ad un gel. A tal proposito, è bene non confondere lo smalto semipermanente con la pratica della ricostruzione delle unghie mediante gel. Difatti quest’ultima prevede l’utilizzo di gel per la realizzazione di una vera e propria unghia finta in gel, e non uno smalto. Altro fattore che contraddistingue gli smalti gel semipermanenti è la loro particolare brillantezza, oltre alla già citata resistenza.
Nel corso degli anni la vendita di smalti gel semiprmanenti si è diffusa capillarmente, tanto che oggigiorno è facilmente possibile anche acquistare il proprio smalto semipermanente online.
Da notare che queste tipologie di smalti possono essere sia applicati da personale qualificato e che quindi lo fa di professione, ma ci si può anche cimentare da sole, ovviamente avendo una buona tecnica di stesura e di utilizzo di tali smalti, oltre ad avere le necessarie lampade LED od UV per l’asciugatura.

Strumenti necessari all’applicazione

Come appena detto, se ci si vuole cimentare da sole nell’applicazione di uno smalto semipermanente hd bisogna prima di tutto munirsi di tutto quanto serve per poter compiere il processo in modo corretto. In primo luogo, bisogna procurarsi un detergente che servirà a sgrassare l’unghia e quindi a renderla pronta per ricevere la stesura dello smalto semipermanente. Quindi, vi sarà necessario un primer con la finalità di preparare l’unghia per la stesura dello smalto semipermanente, quindi come abbiamo già più volte citato la lampada con tecnologia LED o a raggi UV ed infine ovviamente lo smalto semipermanente di vostra scelta. In aggiunta, sarebbe opportuno procurarsi anche dei buffer e dei bastoncini per cuticole.
Da sottolineare che si trovano disponibili alla vendita smalti online semipermanenti definiti one step. Questa dicitura indica semplicemente che non è necessario applicare sull’unghia alcuna base, ma è possibile stenderli direttamente. Per la rimozione, invece, esistono in commercio delle specifiche basi peel off, che permettono una rimozione sicura ed efficiente dello smalto semipermanente dall’unghia. A scanso di equivoci, sono comunque disponibili dei kit già pronti con tutto il necessario all’applicazione, così da non doversi preoccupare di ogni singolo prodotto singolarmente.

Applicazione smalto semipermanente

Per quanto riguarda l’applicazione vera e propria, la prima operazione da fare è quella di detergere e disinfettare le mani. Fatto ciò, si può procedere a spingere indietro le cuticole che per loro natura tendono a coprire parzialmente l’unghia. Una volta che sono state rimosse le varie cuticole, è il momento di applicare il primer sull’unghia. Questo è semplicemente un liquido che, se applicato, garantisce maggiore resistenza e durata allo smalto semipermanente. Ora si può applicare la base che, una volta applicata, va fatta asciugare per mezzo della lampada UV o LED. Prima dell’applicazione dello smalto semipermanente, bisogna assicurarsi che la base sia completamente asciutta. Applicato anche lo smalto autolivellante, anche questo andrà fatto asciugare completamente sotto la lampada UV o LED.

Back to Top